Ippocastano

Scarica in PDF

Nome scientifico: Aesculus hippocastanum L
Nome comune: Ippocastano, Castagno d’India
Divisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Ordine: Terebinthales
Famiglia: Hippocastanaceae


 19_ipposcastano

Origine e Diffusione
Originario dell’Europa orientale (Penisola Balcanica); in Italia è diffuso in tutte le regioni, soprattutto in quelle centro-settentrionali, dalla pianura fino a 1.200 metri di altitudine.

Dimensione e Portamento
L’Ippocastano raggiunge e supera i 25 metri d’altezza; presenta un portamento arboreo elegante ed imponente. La chioma è espansa fino ad 8-10 metri di diametro, molto fitta, d’aspetto tondeggiante o piramidale.

Tronco e Corteccia
Il tronco è eretto, regolare e di diametro notevole. La corteccia, molto scura, con l’età tende a solcarsi e a formare delle placche irregolari.

Foglie, gemme e rametti
Le foglie dell’Ippocastano sono decidue, composte e palmatosettate, con inserzione opposta, mediante un picciolo lungo 10-15 centimetri, su rametti bruno-chiari o verdastri e leggermente pubescenti. I rami presentano grandi gemme opposte rossastre ed una terminale di notevoli dimensioni (1 x 1.5 centimetri) ricoperte da una sostanza collosa. Le foglie, di oltre 20 centimetri di lunghezza, sono costituite da 5-7 lamine fogliari obovate con apice acuminato e base stretta. Il margine è doppiamente seghettato e la nervatura è ben marcata. Le foglie sono di color verde scuro nella pagina superiore e verde chiaro in quella inferiore.

Strutture riproduttive
E’ una pianta con fiori ermafroditi, costituiti da un piccolo calice pentalobato ed una corolla con 5 petali bianchi, con punti gialli-rosa basali. I fiori, lunghi 2-2.5 centimetri, hanno al centro 7 stami con antere giallo-ocra ben visibili ed un ovario supero. Sono riuniti all’apice dei rametti in pannocchie bianche lunghe oltre 25 centimetri ed erette. La fioritura avviene a completa comparsa delle foglie, durante il mese di maggio. Il frutto dell’Ippocastano è costituito da una capsula ovale o tonda di 3-6 centimetri e contengono da 1 a 3 semi (definiti castagne) che vengono liberati a maturazione nei mesi di settembre ed ottobre.

Note caratteristiche
Introdotto in Europa da oltre 4 secoli, l’Ippocastano si è rapidamente diffuso a scopo ornamentale. Imponente, maestoso e capace di creare una vasta zona d’ombra, trova utilizzo in parchi, giardini di grandi dimensioni e viali. Longevo e rustico, tollera le basse temperature.

 

Ascolta la nostra guida in lingua italiana

 

Scarica i file audio nelle diverse lingue:
bandiera-itbandiera-enbandiera-frbandiera-esbandiera-de