Cipresso dell’Arizona

Scarica in PDF

Nome scientifico: Cupressus arizonica Greene
Nome comune: Cipresso dell’Arizona
Divisione: Gymnospermae
Classe:Coniferopsida
Ordine: Coniferales
Famiglia: Cupressaceae


 

3_cipresso dell'arizona

Origine e Diffusione
Pianta originaria dell’Arizona (USA) e del Messico settentrionale è stata introdotta in Europa alla fine del secolo scorso a scopo ornamentale.

Dimensione e Portamento
Albero con dimensioni di circa 20 metri nei suoi ambienti naturali, mentre in Europa raggiunge al massimo i 10-15 metri. Ha portamento colonnare e chioma con forma conico-piramidale variabile a seconda delle varietà e dell’utilizzo.

Tronco e Corteccia
Pianta ramificata fin dalla base con scorza d’aspetto fibroso e colore marrone-verdastro nelle piante giovani; diventa più scura, con sfumature grigiastre, negli esemplari adulti, dove si stacca in piccole strisce longitudinali.

Foglie, gemme e rametti
Pianta ha foglie persistenti, squamiformi, abbastanza piccole e strettamente addossate ai rametti, di colore verde con sfumature grigiastre. I ramuli presentano una sezione quasi circolare.

Strutture riproduttive
Albero monoico con strutture riproduttive maschili e femminili presenti nella stessa pianta, ma separate in rami diversi. Le strutture maschili sono costituite da piccoli coni terminali, che si formano a fine estate, il polline viene però liberato da fine inverno alla primavera successiva; sono di colore giallastro, poi brunastro. Le strutture femminili sono formate da macrosporofilli riuniti in un cono tondeggiante che a maturità evolve in un galbulo sferico di circa 2 centimetri di diametro, con squame provviste di un processo spinoso. A maturità il galbulo è di colore brunastro con sfumature grigiastre

 

Ascolta la nostra guida in lingua italiana
Scarica i file audio nelle diverse lingue:
bandiera-itbandiera-enbandiera-frbandiera-esbandiera-de