Leccio

Scarica in PDF

Nome sciefiitifico: Quercus ilex L.
Nome comune: Leccio
Divisione: Angiospermae
Ordine: Fagales.
Classe: Dicotyledones
Famiglia: Fagaceae


 9_leccio

Origine e Diffusione
Pianta mediterranea, originaria dell’Europa meridionale e del nord Africa. Eccezionalmente può arrivare ai 1.500-1.800 metri d’altezza.

Dimensione e Portamento
Il portamento è generalmente arboreo o arbustivo, con fusto a volte diviso alla base. Nel primo caso il tronco rimane indiviso formando una chioma a cappello globosa. Raggiunge altezze variabili da pochi metri fino a 10-20 metri.

Tronco e Corteccia
Albero con fusto generalmente diritto, singolo o diviso alla base. Forma esemplari arborei a cappello o cespugli e macchie. La scorza è di color grigio-brunastro con sfumature nerastre nei vecchi esemplari; presenta incisioni e fessurazioni che delimitano delle scaglie poligonali o quadrangolari.

Foglie, gemme e rametti
Le foglie sono persistenti, semplici, con lamina coriacea, di forma ellittico-lanceolata o ovoidale, con margine intero o dentato. Il colore delle foglie è verde scuro e lucido nella pagina superiore, grigiastro in quella inferiore. In alcuni esemplari cespugliosi si assiste a una spinta eterofillia con foglie basali molto dentate e spinose, mentre quelle medio-apicali risultano a margine intero. Le foglie sono lunghe 3-8 centimetri e sono picciolate. I giovani rametti sono grigiastri e pubescenti; l’inserzione delle foglie è alterna.

Strutture riproduttive
Albero monoico con fiori unisessuali. 1 fiori maschili sono raggruppati in infiorescenze ad amento lunghe 4-6 centimetri, di colore verde- giallastro, che portano i fiori distanziati lungo l’asse. I fiori femminili, singoli o riuniti in piccoli gruppi lungo un peduncolo, sono posti lungo i rametti all’ascella delle foglie o in posizione terminale. Le ghiande sono ovoidali con apice affusolato, lunghe 1-2 centimetri e avvolte circa per metà da una cupola con squame molto ravvicinate.

Note caratteristiche
Il Leccio è una tipica pianta della macchia mediterranea dell’Italia centro-meridionale, dove si trova come esemplare singolo o in associazioni boschive. Nelle regioni settentrionali, dove può essere utilizzato a scopo ornamentale, non si spinge oltre i 500-600 metri. Si tratta di una specie rustica, di lenta crescita ma longeva. E’ una pianta che resiste a condizioni di prolungata siccità e a terreni anche relativamente poveri. Vegeta sia in condizioni di elevata luminosità che in parziale ombra.

 

Ascolta la nostra guida in lingua italiana

 

Scarica i file audio nelle diverse lingue:
bandiera-itbandiera-enbandiera-frbandiera-esbandiera-de